“Acerino” presentato a Stoccolma nell’assemblea europea sul mondo digitale

“Acerino” presentato a Stoccolma nell’assemblea europea sul mondo digitale

Screenshot_20191028_132910_com.whatsapp
Il progetto educativo Acerino il Superinquilino è stato presentato - nella sua versione inglese – dal presidente di Acer Piacenza Patrizio Losi a Stoccolma, in occasione dell’incontro internazionale di Eurhonet (Network Housing Europe), davanti ad una platea di un’ottantina di stakeholders provenienti da tutta Europa. Il tema dell’Assemblea generale è stato quello dell’era digitale, in particolare delle diverse esperienze dei paesi membri su come i servizi e le funzioni di manutenzione vengono migliorati dalla digitalizzazione e su come si stia affrontando la sfida del mondo digitale. Al centro del dibattito le buone pratiche e i progetti educativi più creativi sperimentati nelle realtà ad alta densità di alloggi popolari. «Non nascondo l’orgoglio di aver portato il nostro progetto educativo – che ha già visto coinvolti negli scorsi anni oltre 1.500 bambini delle scuole di Infanzia e delle Primarie – di fronte ad una platea particolarmente partecipe e attenta a tutte le iniziative che portino ad un miglioramento dei servizi offerti e, soprattutto, ad un risparmio in termini di manutenzione» sottolinea il presidente di Acer Patrizio Losi. Il progetto di Acerino il Superinquilino – che è volto ad assicurare la migliore conoscenza del regolamento di condominio, stimolando una civile convivenza e prevenendo le forme di contrasto che sfociano spesso in veri e propri conflitti tra inquilini – è nato infatti proprio per cercare di risparmiare le spese di manutenzione straordinaria che sono associate a comportamenti non consoni alla vita comune in condominio: dai parcheggi selvaggi ai rumori molesti, dai rifiuti ingombranti sulle scale alla rottura degli ascensori per un utilizzo improprio o dei campanelli per atti di vero e proprio vandalismo. Il presidente di Eurhonet, Alessandro Casale, ha dimostrato un grande interesse per il progetto, mettendolo tra i prossimi partecipanti ad una premiazione tra esempi di buone pratiche presentati da tutta Europa: «Sono rimasto favorevolmente colpito – evidenzia il presidente Casale – dalle iniziative di Acer Piacenza sulle buone pratiche. Credo che mettere a confronto le esperienze anche di Paesi e culture diverse sia un arricchimento per tutti: non si tratta di “copiare” da chi ha avuto una buona idea, ma di mettere in pratica – sull’onda del successo comprovato di un’iniziativa – un’azione che può portare solo benefici in termini di risposta ai bisogni dei cittadini. Partire dalle giovani generazioni per arrivare agli adulti è una strategia alquanto intelligente e promettente: nessuno meglio dei bambini, così scevri da pregiudizi, può essere portavoce di un messaggio di convivenza e di educazione che per i grandi non solo è necessario ma indispensabile per far parte di una comunità di diritti e di doveri».
“Acerino” presentato a Stoccolma nell’assemblea europea sul mondo digitale ultima modifica: 2019-10-28T12:35:26+00:00 da Sabrina Coronella
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che i nostri utenti possano avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se si prosegue la navigazione, assumiamo che ci sia accordato il consenso. Informativa estesa