Acernews Aprile 2018

Acernews Aprile 2018

news50

FESTA DEL VICINO, SOLO COSE BELLE

Sarà il campo comunale di via Arata a Piacenza ad ospitare quest’anno la tradizionale Festa del Vicini, stabilita a livello europeo l’ultimo weekend di maggio. Acer Piacenza, in collaborazione con la Parrocchia di San Giuseppe in via Martiri della Resistenza, organizza quest’anno un grande momento di incontro tra tutti gli inquilini e non solo. Tradizionalmente, infatti, la Festa del Vicino coinvolge tutti i cittadini, che sono chiamati ad organizzare picnic o vere e proprie feste nei cortili comuni, nei giardini dei condomini o, semplicemente, invitando i propri vicini di casa per una cena o un pranzo da consumare insieme. Quest’anno Acer ha scelto uno dei suoi quartieri più popolati, quello dell’area di via Martiri della Resistenza, per da l’occasione a tutti i suoi inquilini di trascorrere una serata in allegria, non solo cenando, ma anche ballando e cantando e, per una volta, pensare solo a “Cose belle”, come dice don Stefano Segalini, promotore dell’iniziativa insieme al presidente di Acer Patrizio Losi. I dettagli dell’iniziativa sul prossimo numero di Acernews. Nel frattempo, chi volesse prenotarsi può mandare un sms o whatsup con nome e numero di partecipanti al 329.6069820.

GARAGE IN CENTRO E PERIFERIA

ACER mette a disposizione diversi garage di pertinenza degli alloggi in gestione. L’affitto, stabilito in accordo con i Comuni interessati, varia da un minimo di 35 euro (nelle zone periferiche) ad un massimo di 47 euro (nelle zone centrali). INFO e CONTATTI: ACER PIACENZA 0523.4591

UFFICI APERTI IL MERCOLEDI MATTINA

Gli uffici di Acer sono aperti anche il mercoledì mattina dalle 8.45 alle 12. Si ricorda inoltre che il presidente riceve gli inquilini su appuntamento il MARTEDI’ pomeriggio. Info e contatti: tel. 0523.459260 Sig.ra Ferrari.

RACCOLTA TAPPI, SI INIZIA DA BARRIERA FARNESE

Sono stati ufficialmente installati nel Quartiere Acer di Barriera Farnese i quindici contenitori di tappi di plastica che fanno seguito all’iniziativa “Telefono Amico” di Misericordia e Acer. In cambio del servizio gratuito ai propri inquilini che ne facciano richiesta, Acer ha proposto di contribuire con la raccolta di tappi di plastica, che rappresenta il sostentamento dell’associazione no profit. Barriera Farnese è stata scelta dunque come progetto pilota dell’iniziativa: «Con questa nuova iniziativa – sottolinea il presidente di Acer Patrizio Losi – vogliamo essere ancora più vicini ai nostri inquilini. Acer non può essere solo manutenzione di alloggi. All’interno degli alloggi ci sono persone. E sono loro il vero valore aggiunto per il nostro lavoro. Mi auguro che coloro che ne sentono il bisogno contattino al più presto per usufruire del servizio della Misericordia». Il primo tappo lo deposita l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Piacenza Federica Sgorbati: «Abbiamo pensato di inserirli all’interno di ciascun palazzo e saranno accompagnati da un cartello che spiega le modalità di utilizzo. Io mi auguro che questo sia un ulteriore incentivo per le persone davvero sole e in difficoltà per fare un primo ma necessario passo per chiedere aiuto». I contenitori dei tappi saranno svuotati una volta al mese da personale addetto della Misericordia, munito di apposito cartellino di riconoscimento per la sicurezza degli inquilini del quartiere.

INGOMBRI NEGLI SPAZI COMUNI, CHI PAGA

Uno dei problemi più comuni nei quartieri Acer è l'occupazione degli spazi comuni con materiale ingombrante. Nel regolamento di uso degli alloggi, Acer pone il divieto assoluto (per questioni non solo di decoro, ma soprattutto di sicurezza) di depositare nei luoghi di utilizzo comune bici, moto, attrezzi e materiali di qualsiasi tipo che impediscano il passaggio o possano essere di ostacolo alle normali procedure di transito. Allo stesso tempo, è vietato tenere depositi di sostanze maleodoranti o di materiali infiammabili o pericolosi sia nelle abitazioni che nelle pertinenze, nelle autorimesse e negli spazi comuni. Così come previsto anche dal nuovo regolamento comunale, d'ora in avanti, se Acer sarà costretto ad intervenire, le relative spese saranno addebitate in parti uguali a tutti coloro che siano stati responsabili dell'intervento. Ove non sia possibile identificare il responsabile, pagheranno in parti uguali tutti i condomini. «E' una questione non solo di educazione ma di semplice buon senso - sottolinea Luca Marchesini di Acer. Così come per l'immondizia si è soliti utilizzare i contenitori di Iren, allo stesso modo per i rifiuti ingombranti esistono le piattaforme ecologiche in diversi punti della città. E' lì che gli inquilini devono prendere l'abitudine di recarsi, pena l'aggiunta delle eventuali spese di intervento di Acer sulle bollette di affitto».  

DOWNLOAD

15

Acernews Aprile 2018 ultima modifica: 2018-04-02T07:11:55+00:00 da Sabrina Coronella
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che i nostri utenti possano avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se si prosegue la navigazione, assumiamo che ci sia accordato il consenso. Informativa estesa