Acernews Novembre 2018

Acernews Novembre 2018

news57

IL FUTURO DI SAN SEPOLCRO PER I GIOVANI ARCHITETTI

E’ stata inaugurata sabato 27 ottobre alle 11 la mostra “RITORNO AL FUTURO” realizzata da Acer con i progetti e i plastici di quaranta studenti del Politecnico di Milano, sede di Piacenza, della Facoltà di Architettura. Undici nuovi modi di “ridisegnare” uno dei quartieri più famosi nella storia delle case popolari di Piacenza. La rivisitazione del quartiere di San Sepolcro è stato tema di esame per i quaranta studenti che, divisi in dieci gruppi, hanno dovuto rivedere le criticità del quartiere: dalla riqualificazione del verde ai problemi del riscaldamento per i primi e gli ultimi piani; dalla sistemazione dei garage e delle cantine ai problemi degli spazi comuni e della difficile gestione di un’integrazione che è ancora lontana dal vedere la sua soluzione. La mostra, oltre all’esposizione dei plastici e dei disegni degli Architetti di domani, ripercorre la storia del quartiere con immagini d’epoca ed attuali a confronto. Durante la visita sarà inoltre possibile vedere il cortometraggio di Davide Calda che ha vinto un importante premio nel 2013 a Imperia, con interviste agli abitanti del quartiere che, oggi, sono anche persone conosciute nel panorama dello spettacolo e della cultura piacentina. Per poter visitare la mostra - che dopo il 31 dicembre si trasferisce a Milano - è necessario prendere appuntamento allo 0523.459230 (Sig.ra Isabella).

SPAZIO4 IN MOSTRA CON ACERINO

Il Centro ricreativo SPAZIO 4 prosegue nella sua attività di doposcuola, dedicata alle famiglie con bambini che frequentano la scuola solo mezza giornata. «Abbiamo iniziato con soli tre bambini quest’estate - racconta Sylvie, responsabile del circolo - e ad oggi sono dieci le famiglie che risiedono negli alloggi Acer che hanno scelto di affidarci i loro bambini per le lezioni ricreative del doposcuola. Qui aiutiamo i piccoli allievi a fare i compiti e, soprattutto, li educhiamo con giochi e attività specialistiche al rispetto delle regole del vivere civile». A Spazio 4, infatti, oltre a momenti dedicati alla scrittura, comprensione dei testi e lettura dei libri, ci sono discussioni su temi di attualità come il razzismo e il bullismo. «Proiettiamo film di Walt Disney, cortometraggi e video musicali. Ma ci sono anche gli spazi dedicati alle attività ludico ricreative per dare spazio alla manualità e alla creatività dei bambini. E’ proprio dall’età più giovane che si devono esprimere al meglio le proprie potenzialità, in un ambiente sano e con educatori esperti, confrontandosi con i pari e con gli adulti». Proprio in questo contesto, Acer ha scelto di donare a Spazio 4 i pannelli della mostra “Un giorno per caso” , realizzata nel 2015 nell’ambito del progetto “Acerino il Superinquilino”. I lavori sono disegni elaborati dagli alunni delle primarie che hanno partecipato al progetto di Acer, e rappresentano le restituzioni di quanto appreso durante le lezioni a scuola e nel corso della rappresentazione teatrale “Acerrimi Amici”, che si svolge due volte all’anno al Teatro Gioco Vita di Piacenza. «Ora allestiremo i pannelli per poter fare una piccola inaugurazione e mettere a disposizione di tutti l’importante lavoro dei bambini».

DOWNLOAD

"NON ESACERIAMO", I POSTER SUI PALAZZI ACER

Acer ha realizzato una nuova campagna di educazione civica per i suoi inquilini. E non solo. Obiettivo la riduzione di tutti quei comportamenti incivili che sono contrari al senso di appartenenza alla società e al mantenimento del bene comune: dalle cattive abitudini più semplici (carte e mozziconi di sigaretta gettati sull’asfalto) alle maleducazioni diventate consuetudini (fare la pipì ovunque) ai veri e propri atti di vandalismo (bombolette spray sui muri, devastazioni dei beni pubblici). «L’idea è nata semplicemente osservando con attenzione la città durante le passeggiate - spiega il presidente di Acer Patrizio Losi. Quello che è sbagliato è considerare oramai “normale” un atteggiamento che è irrispettoso delle regole del vivere civile. Se ognuno di noi facesse la propria piccola parte, chi è portato a tenere comportamenti incivili, sarebbe meno propenso ad agire in modo negativo. E questo vale per tutti, non certo solo per gli inquilini di Acer». Nelle prossime settimane, il manifesto “NON ESACERIAMO” sarà visibile sulle facciate di alcuni palazzi Acer, a significare l’attenzione dei quartieri popolari per una convivenza che sia il più possibile serena e civile, soprattutto in quelle zone in cui l’appartenenza a culture diverse e la provenienza da Paesi geograficamente lontani, può creare difficoltà nella gestione dei rapporti quotidiani.

DOWNLOAD

Acernews Novembre 2018 ultima modifica: 2018-11-15T13:25:04+00:00 da Sabrina Coronella
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che i nostri utenti possano avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se si prosegue la navigazione, assumiamo che ci sia accordato il consenso. Informativa estesa