Campagna Non esACERiamo


ESSERE EDUCATI, UN DOVERE COMUNE - NON ESACERIAMO


Acer realizza una nuova campagna di educazione civica per i suoi inquilini. E non solo. Obiettivo la riduzione di tutti quei comportamenti incivili che sono contrari al senso di appartenenza alla società e al mantenimento del bene comune: dalle cattive abitudini più semplici (carte e mozziconi di sigaretta gettati sull’asfalto) alle maleducazioni diventate consuetudini (fare la pipì ovunque) ai veri e propri atti di vandalismo (bombolette spray sui muri, devastazioni dei beni pubblici).

«L’idea è nata semplicemente osservando con attenzione la città durante le passeggiate - spiega il presidente di Acer Patrizio Losi. Quello che è sbagliato è considerare oramai “normale” un atteggiamento che è irrispettoso delle regole del vivere civile. Se ognuno di noi facesse la propria piccola parte, chi è portato a tenere comportamenti incivili, sarebbe meno propenso ad agire in modo negativo e ad essere un COSTO».

Il messaggio di comunicazione vale per tutti, non certo solo per gli inquilini di Acer. Proprio per questo, saranno realizzati e affissi a 4 edifici piacentini, 4 striscioni in PVC riportanti la campagna di educazione sociale. Lo slogan “Non esACERiamo” è stato studiato appositamente per la campagna degli inquilini delle case popolari, ma è rivolto ovviamente a tutti i cittadini che fanno parte della comunità piacentina.

Scarica il PDF del progetto
Campagna Non esACERiamo ultima modifica: 2018-07-11T14:50:48+00:00 da Puntoexe
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che i nostri utenti possano avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se si prosegue la navigazione, assumiamo che ci sia accordato il consenso. Informativa estesa