PEEP, arriva la Protezione Civile: un freno a vandalismi e microcriminalità

PEEP, arriva la Protezione Civile: un freno a vandalismi e microcriminalità

IMG-20200610-WA0008

Sarà operativo entro la fine del mese il servizio di Protezione civile che la sezione EC Terra dei Santi metterà a disposizione di uno dei quartieri popolari più soggetti a vandalismi e microcriminalità, la Farnesiana: l’accordo con Acer Piacenza è di garantire da parte dei volontari una presenza costante quotidiana come presidio attivo sul territorio in cambio della concessione agevolata di 6 autorimesse dove il nucleo di Protezione civile può tenere al riparo i propri mezzi e le proprie attrezzature. Daniele Rossi, responsabile del nucleo Terra dei Santi, sottolinea l’importanza di un accordo che porta benefici agli abitanti del quartiere Peep di via Marinai d’Italia: «Come Protezione Civile, sono anni che cerchiamo una soluzione per il ricovero del nostro pick up, del rimorchio e delle attrezzature che ci consenta di risparmiare le spese per poter utilizzare quanto a nostra disposizione con iniziative di ricaduta a livello territoriale. Grazie all’interessamento del consigliere Antonio Levoni, abbiamo trovato la massima disponibilità in Acer. Il presidente Patrizio Losi ha colto al volo l’opportunità di dare una risposta almeno parziale alle difficoltà degli inquilini alle prese con episodi di vandalismo sempre più frequenti». Acer, da parte sua, si impegna ad effettuare per i 6 box la chiusura, con la dotazione di porte o serrature anti-intrusione, visto il valore della dotazione strumentale presente sui mezzi. La Protezione Civile si offre volontariamente di svolgere un servizio di pulizia delle corsie di manovra nelle autorimesse, nonché un servizio di prevenzione e gestione di possibili rischi derivanti da episodi di vandalismo o piccola criminalità che possono insorgere nel quartiere, attraverso una sorveglianza attiva e passiva delle aree in questione. «In particolare, ci adopereremo affinché il nostro personale, rendendosi visibile mediante divisa istituzionale, senza uso di armi o strumenti atti ad offendere, sia punto di riferimento per le segnalazioni e di deterrenza, impegnandosi a segnalare, prontamente alle forze dell’ordine, eventuali comportamenti che possono costituire reato o che, comunque, possono pregiudicare la sicurezza e il decoro» spiega Daniele Rossi. Un accordo che è stato possibile grazie alla legge regionale 24/2001 che permette ai Comuni, alla Provincia e agli altri enti pubblici di avvalersi delle attività delle Acer attraverso la stipula di un’apposita convenzione. «Acer – spiega il presidente di Acer Patrizio Losi – ha a disposizione diversi garage in affitto, che sono segnalati anche sul nostro sito web. Nel caso della Farnesiana, i posti auto vuoti e la questione dei garage sono uno dei nodi cruciali con cui si scontrano gli abitanti del quartiere. Sono almeno due anni che stiamo insistendo con gli inquilini nella sensibilizzazione per l’installazione delle telecamere, soprattutto visti i risultati positivi a Barriera Farnese e al Quartiere di San Sepolcro. Per poter procedere, però, serve il consenso della maggioranza degli inquilini con l’indizione di una assemblea condominiale che, fino a questo momento, non ci è stata richiesta. Speriamo di poter estendere il progetto della videosorveglianza anche al quartiere della Farnesiana il prima possibile». Nel frattempo, l’accordo con il nucleo di Protezione Civile Terra dei Santi è un passo importante per mettere un punto fermo sulla questione sicurezza del quartiere. Non solo: «Saremo a disposizione degli abitanti del quartiere – conclude Daniele Rossi – per fare informazione sul nostro servizio, per far vedere i mezzi e, perché no, per invogliare il più possibile i giovani e i meno giovani ad entrare a far parte del meraviglioso mondo della Protezione Civile».

PEEP, arriva la Protezione Civile: un freno a vandalismi e microcriminalità ultima modifica: 2020-06-13T06:22:43+00:00 da Sabrina Coronella
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che i nostri utenti possano avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se si prosegue la navigazione, assumiamo che ci sia accordato il consenso. Informativa estesa