Acernews Febbraio 2018

Acernews Febbraio 2018

news48

TELEFONO AMICO PER GLI INQUILINI ACER

Un nuovo servizio per gli inquilini di Acer che sono anziani o vivono in condizioni di solitudine. Acer ha stipulato una convenzione con la “Misericordia”, associazione di volontariato onlus che si occupa di servizi alla persona nell'ambito sanitario. L’iniziativa è “Telefono Amico”, progetto volto a sostenere gli anziani che vivono in solitudine, attraverso chiamate giornaliere sia per aiutare in eventuali situazioni di bisogno sia semplicemente per instaurare un rapporto amichevole. Il progetto è condiviso da Acer in quanto negli alloggi ERP si riscontra la presenza di anziani soli, che necessitano di assistenza e che possono trovarsi in situazione di abbandono: Gli inquilini che sono interessati ad accedere al servizio, completamente gratuito, possono indicare il proprio nominativo direttamente in Acer, o contattando la mediatrice sociale Giusy Civardi in ufficio. Ad ogni inquilino che farà richiesta, la Misericordia assegnerà un volontario che ne farà una prima conoscenza a livello personale. Verrà compilata una scheda personale con l’indicazione dell’orario preferito della telefonata da ricevere, delle abitudini quotidiane dell’inquilino, i numeri da contattare in caso di urgenze, i medicinali assunti e così via. Al termine del colloquio, il servizio prenderà il via ufficialmente con una telefonata al giorno all’orario prestabilito. «Il nostro servizio è riconosciuto da oltre 4 anni - sottolinea il responsabile Rino Magnani - e ha salvato anche alcuni cittadini che, in situazioni di abbandono, rischiavano di lasciarsi andare». Grande soddisfazione del presidente Patrizio Losi: «Acer, sempre più, è sensibile alle esigenze dei propri inquilini. Al di là della manutenzione ordinaria degli alloggi, la cura della persona è essenziale per poter offrire un servizio che rispetti i diritti dei cittadini».

PISANI, OBIETTIVO SICUREZZA

Obiettivo “sicurezza” per il vicepresidente di Acer Pietro Pisani: «La nostra priorità, fatta salva la manutenzione degli alloggi, è di rendere la vita dei nostri inquilini il più possibile serena e sicura. Il progetto di videosorveglianza di Barriera Farnese e la vigilanza notturna armata di alcuni quartieri sono solo il primo passo in questa direzione. Gli abitanti dei nostri quartieri vivono in situazioni già di per se difficili economicamente. E’ impossibile pensare di poter far gravare su di loro anche il fardello di situazioni sociali che comportino il crescere di un sentimento di insicurezza nel rientrare nelle proprie abitazioni». Alcuni cittadini di via Capra hanno incontrato negli scorsi giorni gli amministratori locali e hanno convenuto sul cambiamento di clima, decisamente più tranquillo, dopo solo pochi giorni di entrata in essere del servizio di

RISPARMIO ENERGETICO IN VIA MUTTI E VIA PASTORE

Sono terminati i lavori di ristrutturazione degli edifici di via Mutti 4 e 6 e di via Pastore 3. In particolare, è stato realizzato il rivestimento a cappotto degli interi edifici e la tinteggiatura di tutte le parti non soggette a rivestimento a cappotto e delle parti metalliche del fabbricato. Sono stati inoltre sostituiti dei generatori di calore con una caldaia a condensazione, mettendo un sistema di termoregolazione su ogni radiatore presente in alloggio e di un ripartitore di calore per ogni radiatore di alloggio. L’importo complessivo dell’opera è risultato pari a circa ad €. 551.000 e ha trovato copertura finanziaria in parte dai contributi statali, mentre la parte rimanente è stata compensata da fondi Eccedenze canoni del Comune di Piacenza.

DOWNLOAD

15

Acernews Febbraio 2018 ultima modifica: 2018-02-15T15:37:10+00:00 da Sabrina Coronella
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che i nostri utenti possano avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se si prosegue la navigazione, assumiamo che ci sia accordato il consenso. Informativa estesa