Acernews Giugno 2019

Acernews Giugno 2019

news64

FARNESIANA IN FESTA

E' una serata di festa quella si è svolta al Quartiere del PEEP, uno dei più popolosi gestiti da Acer. Ed è proprio per i problemi riscontrati alla Farnesiana che il presidente di Acer Patrizio Losi e il parroco don Maurizio Noberini - in virtù del Protocollo di Intesa firmato tra l'ente gestore delle case popolari, Caritas e le Parrocchie di riferimento dei quartieri - hanno scelto quest'anno di festeggiare la conoscenza dei vicini proprio nel quartiere PEEP. Occasione questa non solo per integrarsi attraverso i linguaggi più universali del mondo, la cucina e la musica, ma anche per poter riflettere sulla possibilità di installare anche in questo quartiere gli impianti di videosorveglianza: «Stiamo raccogliendo tra i tavoli le firme per indire una assemblea di condominio in cui votare per il progetto delle telecamere. I numeri che stiamo raccogliendo a Barriera Farnese, dove il progetto è partito da oltre un anno, e i primi dati che arrivano da San Sepolcro, ci persuadono ulteriormente che è la scelta giusta per combattere la microcriminalità». Così il presidente di Acer Patrizio Losi, auspicando la convocazione delle assemblee condominiali il pima possibile. Un progetto che trova l'appoggio anche del Comune di Piacenza e del parroco don Noberini. «Questo è un quartiere che, solo per i numeri di abitanti e di provenienza da Paesi diversi, necessariamente porta con sé problemi di convivenza sociale. La festa di questa sera è molto importante per far avvicinare i vicini di casa che, sempre più spesso, non solo non si salutano, ma neppure si conoscono». Le parole del parroco trovano eco nell'assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati e della mediatrice di Acer Giuseppina Civardi: «E' sempre più importante il presidio del territorio. La mediazione sociale è diventata un punto di riferimento per tutti gli inquilini. La prevenzione resta sempre la regola numero uno, insieme al dialogo e alla partecipazione». La musica della band di Fausto&Emma ha allietato la serata. La Pizza è stata offerta da Pizza Più di Gariga e le torte dall’Associazione Panificatori di Piacenza e provincia.

ELETTROCARDIOGRAMMA GRATUITO A SAN SEPOLCRO

Sabato 22 giugno dalle ore 15 alle 18, il personale di “Progetto Vita” è a disposizione degli inquilini residenti nel quartiere di San Sepolcro per un elettrocardiogramma gratuito e un minicorso di apprendimento delle tecniche di primo soccorso in caso di infarto. Dallo scorso anno, Acer collabora con Progetto Vita per l’installazione dei defibrillatori in alcuni quartieri, nell’ambito di una campagna di prevenzione dell’associazione. Per comodità, chi volesse effettuare l’elettrocardiogramma può chiamare Valentina al 349 3231997, in modo da fissare un orario personalizzato.

LA CHIAVE E' LA TEMPESTIVITA'

“Progetto Vita” è il primo progetto europeo di defibrillazione precoce per la lotta contro la morte improvvisa da arresto cardiaco. Il progetto coinvolge da sempre enti pubblici, aziende private, forze dell’ordine e associazioni di volontariato che ne supportano le attività sia finanziariamente che fattivamente. L‘arresto cardiaco rappresenta un’epidemia silenziosa, la principale causa di morte nei paesi occidentali. Ogni minuto che passa dal momento dell’arresto cardiaco scendono del 10% le probabilità di sopravvivere: dopo 5 minuti le probabilità saranno del 50% e dopo 10 minuti 0%. La sopravvivenza da arresto cardiaco è ancora oggi inferiore al 10%, laddove non esistono sistemi di defibrillazione precoce. L’obiettivo di Progetto Vita è quello di ridurre la mortalità da arresto cardiaco promuovendo la cultura della defibrillazione precoce mediante l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici e l’ integrazione di questo sistema con il 118.

IL PROGETTO VITA

Non tutti sanno che l’utilizzo entro pochissimi minuti di un defibrillatore semiautomatico esterno (DAE), salva la vita alle persone colpite da arresto cardiaco. In Italia 25000 persone potrebbero essere salvate se ci fosse un DAE a disposizione entro 3-4 minuti. L’associazione “Progetto Vita” persegue gli scopi di: – Diffondere e migliorare la conoscenza, tra il personale sanitario e la popolazione generale, delle malattie cardiovascolari, dei fattori di rischio e delle possibilità terapeutiche, allo scopo di ridurne l’incidenza e la mortalità; – Promuovere ed incrementare la ricerca e la sperimentazione nell’ambito delle malattie cardiovascolari sia in Italia che all’Estero; – Favorire attività quali conferenze, corsi di aggiornamento, congressi e pubblicazioni scientifiche; istituire borse di studio per la formazione medica con riferimento alle patologie cardiovascolari; – Svolgere attività di informazione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle patologie cardiovascolari e sulle problematiche sociali ad esse correlate.

ISTRUZIONI PER I RIFIUTI INGOMBRANTI

A seguito delle continue e giustificate lamentele da parte degli inquilini per i depositi di rifiuti ingombranti in aree non adatte allo smaltimento, ACER ricorda a tutti coloro che devono sbarazzarsi di un materiale non previsto nei normali bidoni della raccolta differenziata che E’ POSSIBILE CONTATTARE IL NUMERO VERDE DI IREN 800 212607. Il servizio E’ GRATUITO PER TUTTI a condizione che il rifiuto venga collocato sul piano stradale, che abbia un volume massimo di 2 metri cubi e che possa essere movimentato da un solo operatore. Il tempo di attesa varia da uno a sei giorni.

DOWNLOAD

Acernews Giugno 2019 ultima modifica: 2019-06-03T07:16:27+00:00 da Sabrina Coronella
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che i nostri utenti possano avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se si prosegue la navigazione, assumiamo che ci sia accordato il consenso. Informativa estesa